I volti della paura di Roberto Escobar, Il Mulino “Un saggio per non avere più paura della paura”

La paura, un’emozione ambivalente che accompagna ogni individuo lungo tutta la propria esistenza, è al centro del libro di Roberto Escobar: I volti della paura, edito da Il Mulino.

LA RECENSIONE

L’autore, filosofo e critico cinematografico, docente di Analisi del Linguaggio Politico all’Università di Milano e di Dottrina dello Stato all’Università di Bologna, propone una riflessione approfondita ed originale sul significato e sull’importanza della paura, attraverso una ricca raccolta di esempi tratti dalla storia, dalla letteratura, dal cinema e dalla vita quotidiana.

Nel libro, Escobar esplora i diversi volti della paura, analizzandone le origini, le manifestazioni e le molteplici conseguenze. Egli sostiene, infatti, che la paura non è un’emozione univoca, poiché può rappresentare una spinta sia positiva che negativa, a seconda di come viene vissuta e gestita.

L’autore illustra come la paura abbia due volti contrapposti: uno conservativo e uno innovativo. Il volto conservativo è quello che permette ad ogni individuo di reagire al pericolo, inducendolo a fuggire, a nascondersi o a difendersi. È una paura che aiuta a preservare ciò che si possiede e ciò che si è, a garantire la sicurezza e il benessere della persona. Il volto innovativo, invece, è quello che permette a colui che prova paura di affrontare il pericolo, spingendolo a conoscere ciò che teme e, di conseguenza, se stesso. È una paura che stimola al cambiamento, alla crescita, a scoprire ciò che si potrebbe essere e ciò che si potrebbe avere.

Ma c’è anche una paura che degenera in terrore o angoscia, che paralizza e rende chiunque incapace di agire, che fa vedere il mondo come un luogo ostile e minaccioso. È una paura che impoverisce e isola, che innesca e alimenta l’odio verso il diverso, che precipita gli uomini in una spirale di pregiudizi e fanatismi. Una paura, questa, che va assolutamente combattuta, con la ragione, con il dialogo, con la curiosità. Ed è proprio qui che il saggio di Escobar aiuta, in maniera chiara e precisa, a capire meglio la struttura emotiva, a riconoscere le paure e a trasformarle in opportunità.

I volti della paura è un libro che invita a non avere paura della paura, appunto, ma ad usarla come fosse una vera e propria risorsa per vivere meglio, per spingere al massimo le proprie capacità.

Un manuale, dunque, che insegna ad identificare la fonte originaria della paura, comprendendola, permettendo così a chiunque di razionalizzarla, rendendola meno spaventosa di quello che può sembrare. Elaborandola quando questa è legata ad un evento traumatico, così da permettere a tutti di superarla e continuare la propria vita in tranquillità.

In conclusione, la paura è un’emozione complessa che può avere sia effetti positivi che negativi. Imparando a riconoscerla e gestirla in modo efficace, può permettere ad ogni individuo di trasformarla da forza negativa in forza positiva, rendendola un propulsore per una vita serena.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

FacebookTwitterLinkedInInstagramYouTubeTelegramTikTok